Hunt e la Iffland conquistano il temibile Serpent's Lair

Gary Hunt e Rhiannan Iffland
I campioni in carica hanno brillantemente difeso il loro titolo in Irlanda

Gary Hunt e Rhiannan Iffland hanno iniziato nel migliore dei modi la loro stagione 2017 in quel di Inis Mor: hanno entrambi conquistato la vittoria nelle loro rispettive categorie, sfidando una delle location più temute dai cliff diver, il Serpent's Lair. Il connazionale di Hunt, Blake Aldridge, si è piazzato al secondo posto, seguito dall'americano Andy Jones, mentre sul podio delle donne, al debutto ufficiale in Irlanda, sono salite la bielorussa Yana Nestsiarava e l'americana Ginger Huber, il tutto al cospetto di 1500 spettatori.

La gara è stata combattutissima fino all'ultimo, ma la tappa numero 60 della World Series si è conclusa con la vittoria del 6 volte campione Gary Hunt, che ha celebrato il suo 29° trionfo e una partenza con i fiocchi, risalendo dall'ottavo posto in cui si trovava alla fine del Round 2. Il 33enne ce l'ha fatta grazie al coefficiente di difficoltà del suo tuffo, il più "estremo" di tutti, ma anche all'esperienza, che ha giocato un ruolo cruciale nella lotta contro il vento e le temperature rigide.

"Quando sei in cima alla piattaforma e ti trovi con simili condizioni climatiche, l'allenamento può far poco: sono gli anni di esperienza a contare, a permetterti di tuffarti senza lasciarti schiacciare dalla pressione, senza distrarti," spiega il "Brilliant Brit".

Oltre gli scogli, Blake Aldridge esegue il suo tuffo dai 27 metri, dritto verso il secondo posto. Foto: Romina Amato/Red Bull Content Pool.

A soli 0.15 punti da lui, l'ex-atleta olimpionico Aldridge non può di certo lamentarsi del risultato ottenuto nella sua quarantesima presenza in World Series. Lotta sfiancante anche per il terzo posto tra Jones e Orlando Duque, con l'americano che l'ha spuntata per soli 0.7 punti a danni del leggendario diver colombiano.

Il "maestro di stile" Jonathan Paredes, Messico, che ha sfoggiato la sua ormai nota pulizia d'esecuzione, ha guidato la classifica fino all'ultimo round, ma ha sbagliato il suo nuovo tuffo (composto da 4 salti mortali e 1 avvitamento e mezzo in avanti), finendo 6° in quella che, con molta probabilità, è la più difficile tra le tappe dell'intera stagione.

Gli uomini festeggiano sul podio dopo aver superato la dura sfida del Serpent's Lair. Foto: Dean Treml/Red Bull Content Pool.

Nella categoria femminile, la prima campionessa/matricola della storia, l'australiana Iffland, ha mantenuto i nervi ben saldi, concludendo la gara dai 21 metri con ben 50 punti di vantaggio sulla seconda classificata, la wildcard bielorussa Yana Nestsiarava e la floridiana Ginger Huber.

"È stata senza dubbio la sfida più ardua di tutte," ha affermato la Iffland. "Ieri ero fortemente dubbiosa sull'esito per via delle condizioni climatiche, ma mi sono presentata questa mattina con uno spirito totalmente differente: volevo portare il risultato a casa ed eseguire i tuffi al meglio. Credo che questa mentalità positiva aiuti molto. Sono davvero sorpresa!"

Tre delle partecipanti non sono riuscite a concludere la gara, colpa anche del nuovo format che prevede quattro tuffi invece di tre, cosa che ha aumentato la difficoltà in una tappa già resa estenuante dalla location, una piscina naturale con il livello dell'acqua in continuo cambiamento.

Rhiannan Iffland è tornata al suo posto, la cima del podio, grazie ad una performance sensazionale. Foto: Dean Treml/Red Bull Content Pool.

Dalla selvaggia costa atlantica, la World Series si dirige verso le scogliere delle Azzorre, in Portogallo. L'appuntamento è tra due settimane.

Risultati:

UOMINI

1 Gary Hunt, GBR - 384.40 punti
2 Blake Aldridge, GBR - 384.25
3 Andy Jones, USA - 380.30
4 Orlando Duque, COL - 379.60
5 David Colturi, USA - 352.50
6 Jonathan Paredes, MEX - 331.90
7 Kris Kolanus, POL - 325.30
8 Alessandro De Rose (W), ITA - 293.45
9 Alain Kohl (W), LUX - 235.25
10 Steven LoBue, USA - 228.70
11 Michal Navratil, CZE - 198.75
12 Artem Silchenko (W), RUS - 172.20
13 Igor Semashko (W), RUS - 150.90
14 Sergio Guzman, MEX - 145.60

DONNE
1 Rhiannan Iffland, AUS - 316.60 punti
2 Yana Nestsiarava (W), BLR - 266.90
2 Ginger Huber, USA - 266.90
4 Tara Hyer-Tira (W), USA - 217.85
5 Eleanor Townsend Smart (W), USA -195.35
6 Helena Merten, AUS - 139.40
7 Cesilie Carlton, USA - 139.20
8 Adriana Jimenez, MEX - 102.70

Guarda il replay

Rivivi tutta l'azione su www.redbullcliffdiving.com e su Red Bull TV.  Red Bull TV è disponibile su Smart TV, console da gioco, smartphone, tablet e altro ancora. Per saperne di più, visita about.redbull.tv.