Medaglia d'oro in Corea del Sud per Hunt e la Iffland

Gary Hunt
Il 2019 dei due imbattibili campioni in carica è ancora più glorioso

Un anno da ricordare quello per Gary Hunt e Rhiannan Iffland, tra le vittorie nella Red Bull Cliff Diving World Series 2019 e la medaglia d'oro ai FINA High Diving World Championships a Gwangju, Corea del Sud.

L'inglese, con il penultimo tuffo, è arrivato in zona podio, ma nel sesto e ultimo round ha sfoggiato il suo tuffo più complesso, superando il campione 2017 LoBue che gli stava davanti di ben 30 punti e salendo sul gradino più alto. A chiudere il podio il messicano Jonathan Paredes, medaglia di bronzo. Un altro successo per Hunt dopo il 1° posto a El Nido, Polignano a Mare, Azzorre e Beirut, preludio di un sempre più vicino ottavo titolo mondiale.

"Difficile esprimere come mi sento dopo questa finale, sono ancora esterrefatto. A Budapest avevo imparato una lezione importante, dopo aver sbagliato l'ultimo tuffo a causa della pressione. Ma dal 2017 sono migliorato tanto", ha affermato l'inglese.

La Iffland resta imbattuta nel 2019, dopo aver battuto le sue rivali in World Series, la messicana Jimenez e l'inglese Macaulay anche nel campionato FINA. Come Hunt, anche lei era fuori dal podio al penultimo round, con la gara fino a quel momento dominata dalla Jimenez. Ma alla fine ha dato il 110% con un tuffo conclusivo pazzesco, che le ha permesso di ottenere l'oro con soli 0.15 punti di scarto.

Per lei è la seconda medaglia d'oro, dopo quella ottenuta a Budapest nel 2017, e secondo è l'argento per la Jimenez. Per la Macaulay si tratta invece della prima medaglia mondiale.

"Non è semplice mantenere la calma e tenere a freno le emozioni a quell'altezza, ma sono riuscita a trasformarle in energia positiva. Ecco perché amo questa disciplina."

A due tappe dalla fine, è ormai prossima alla vittoria del suo quarto titolo World Series di fila, dopo aver trionfato in tutte le gare del 2019 disputate finora.