Azione allo stato puro e adrenalina sulle scogliere delle Azzorre

Jonathan Paredes: Il tuffo nelle Azzorre
Il fascino del cliff diving raggiunge nuove vette nello splendido arcipelago portoghese

"I tuffi eseguiti direttamente dalle scogliere in Portogallo sono decisamente tra i momenti migliori dell'intera stagione," afferma Gary Hunt, 5-volte campione della World Series, "è un vero e proprio ritorno alle origini, alle basi dello sport. Devi improvvisare: è tutto molto naturale." Tuffarsi dai 28 metri e avere come unica protezione concentrazione, abilità e controllo fisico; raggiungere gli 85 km/h in meno di tre secondi, e nel mentre, stupire pubblico e giuria con acrobazie pazzesche: eccola l'essenza pura del cliff diving. Tuffarsi direttamente dalla scogliera è un altro paio di maniche: come se la caveranno i migliori tuffatori e le migliori tuffatrici del pianeta il prossimo sabato, in quello che viene chiamato "Anello della Principessa", incastonato nelle rocciose Azzorre, Portogallo?

Una scogliera alta quanto un palazzo di 8 piani è quel che i diver chiamano "parco giochi", dove possono sfidare e spingere se stessi oltre ogni limite, e dove si lanciano in avventurosi salti nell'acqua. Ma cos'è che li sprona ad arrampicarsi sin lassù, solo per poter scendere subito dopo e in picchiata?

"Ogni volta che ho l'occasione di tuffarmi da una scogliera, sento che quello è uno dei momenti più belli ed emozionanti che questo sport può regalare," parole della leggenda del cliff diving Orlando Duque (COL), "è un luogo creato dalla natura stessa, e lo usiamo al meglio delle nostre possibilità, cambiando l'inclinazione del tuffo, la posizione in aria, nel tentativo di schivare le rocce, ed è questo che rende tutto così interessante. Dobbiamo adattare la nostra tecnica, duramente appresa e perfezionata nel corso degli anni, a questa situazione così unica."

Non c'è nulla di più puro di un tuffo dalle fenomenali scogliere delle Azzorre. Foto: Dean Treml/Red Bull Content Pool.

La volontà di infrangere le barriere? Sì, dice Gary Hunt, un cliff diver ormai abituato ad infrangere ogni regola: "I tuffi hanno regole precise, ci viene detto in che modo dobbiamo tuffarci; ma la maggior parte dei cliff diver riesce sempre ad agire a modo suo." Per l'inglese, che nella scorsa tappa è tornato a vincere, le pareti del cratere vulcanico rendono questa la gara più dura dell'intera stagione. Due sue vittorie in questa location (2015 e 2013) dimostrano che ci sa fare anche nelle situazioni più difficili, ma riuscirà ad essere ancora una volta il diver più versatile in assoluto e a vincere in Portogallo?

Il russo Artem Silchenko e Steven LoBue, Stati Uniti, sono tra i due ad aver conquistato il vulcano negli scorsi anni, ma non sembrano ancora aver trovato la loro forma in questo 2016. Che la quinta edizione porterà con sé un vincitore nuovo di zecca? Di sicuro, l'attuale diver al comando della classifica generale, Jonathan Paredes (Messico), è l'atleta da tenere d'occhio. Il 26enne è impaziente di allungare il distacco dai suoi colleghi/sfidanti, e sfrutterà la sua abilità nel realizzare tuffi prossimi alla perfezione per ottenere la sua prima vittoria nelle Azzorre.

E dopo l'incredibile successo dello scorso anno, anche la World Series femminile, con tuffi dai 20 metri, farà nuovamente tappa nell'Isoletta Vila Franca do Campo, al largo di São Miguel. Al comando c'è la wildcard 24enne Rhiannan Iffland, debuttante col botto, vista la vittoria in Texas alla sua prima partecipazione in assoluto ad una gara della World Series. Le Azzorre rappresentano però un terreno di sfida molto complesso, e cliff diver più esperte potrebbero cogliere l'occasione per tornare a brillare, a partire dalla due-volte campionessa Rachelle Simpson (Stati Uniti), che deve ancora riscattare il modesto 5° posto del 2015.

Dopo la pausa danese, le donne torneranno in azione per la seconda di sette tappe previste per questa stagione. Foto: Paulo Calisto/Red Bull Content Pool.

Quando l'élite del cliff diving, sia maschile che femminile, si incontrerà nell'arcipelago delle Azzorre, Portogallo, si tornerà a tutti gli effetti alle radici dello sport: cliff diving puro e incontaminato direttamente dalle scogliere; una location da sogno nel bel mezzo dell'Oceano Atlantico, con un antico vulcano ricco di punti dai quali tuffarsi. Solo per i tuffi opzionali, più complessi, i diver utilizzeranno una piattaforma apposita.

 

SEGUI LA DIRETTA

L'evento verrà trasmesso in diretta il 9 luglio dalle ore 13:20 su www.redbullcliffdiving.com e su Red Bull TV. Red Bull TV è disponibile su Smart TV, console da gioco, smartphone, tablet e altro ancora. Per saperne di più, visita about.redbull.tv

Non puoi seguire l'evento in diretta o vuoi vederlo nuovamente? Troverai un replay disponibile qualche minuto dopo la conclusione dell'evento.

Negli Stati Uniti, la trasmissione in diretta è geobloccata per via di un accordo in esclusiva con FOX Sports. L'evento verrà trasmesso su FOX Sports 1 il 14 agosto alle ore 18:00 (ET).

Tuffati nel divertimento con il gioco ufficiale della Red Bull Cliff Diving World Series 2016, disponibile su smartphone, tablet e PC. Gioca ora!

Vuoi vivere le emozioni del cliff diving dal vivo? Ti aspettiamo a Polignano a Mare, in provincia di Bari, il 28 agosto, per la quinta tappa della Red Bull Cliff Diving World Series 2016! Per tutte le info, clicca qui

.