Gli imbattibili Iffland e Hunt vincono in Italia

Rhiannan Iffland and Gary Hunt
I campioni in carica aumentano la distanza dagli avversari trionfando a Polignano a Mare

 

Gary Hunt e Rhiannan Iffland sono i vincitori della terza tappa della Red Bull Cliff Diving World Series, in una gara imprevedibile e ricca di sorprese. Sono ben 50 i punti di distanza tra lui e il secondo classificato, Andy Jones, e a chiudere il podio c'è Michal Navratil. 60000 spettatori hanno anche assistito alla tripletta della Iffland, che all'ultimo tuffo ha superato la wildcard colombiana Quintero, artefice di una performance pazzesca, seguita dalla bielorussa Yana Nestsiarava.

Con la vittoria numero 14 su 20 gare, la Iffland resta imbattuta nella sua tappa preferita, e ha infranto il record precedentemente appartenuto all'americana Rachelle Simpson, ovvero quello di quattro vittorie consecutive (a cavallo tra due stagioni), oltre a realizzare una tripletta, avendo vinto le precedenti due tappe.

dt_190602_rbcdita_iffl_8416-2_1.jpg
Il tuffo della vittoria di Rhiannan Iffland con cui ha mantenuto la scia di successi. Foto: Dean Treml/Red Bull Content Pool.

Mentre la Iffland continua a infrangere record, non tutti restano a guardare. Tra loro c'è la giovanissima Maria Paula Quintero, wildcard colombiana di 18 anni, che è stata l'atleta più giovane a salire sul podio, e che in Italia è riuscita a trasformare il suo precedente miglior risultato, un 8° posto, in un pazzesco 2° posto. Un solo punto dietro di lei c'è la bielorussa Nestsiarava, di nuovo sul podio dopo il 2° posto nelle Filippine.

"È incredibile aver vinto 3 volte in Italia, e 3 tappe dall'inizio della stagione," ha affermato la Iffland. "Sono davvero contenta e pronta a raggiungere altri obiettivi. Guarda questo posto, è un paradiso del cliff diving: il clima è sempre stupendo, idem i fan. Sali sulla piattaforma e senti tantissima energia, è una sensazione fantastica."

"Chiunque può salire sul podio. È la costanza a fare la differenza. Tutte le diver realizzano tuffi complessi e il coefficiente di difficoltà sale sempre di più. Stiamo alzando il livello della qualità, è una bella sensazione."

dt_190602_rbcdita_hunt_0392.jpg
Gary Hunt ha spazzato via la concorrenza in Italia, aumentando ulteriormente il suo vantaggio in classifica. Foto: Dean Treml/Red Bull Content Pool.

Tra gli uomini, l'ultimo, incredibile tuffo, ha permesso a Gary Hunt di ottenere la vittoria nella terza tappa della stagione. Dopo aver vinto nel 2015 e nel 2018, l'inglese ha sigillato la sua presenza numero 75 (ha partecipato ad ogni singola tappa disputata finora) con il terzo successo in questa splendida location, complice anche il passo falso di Paredes, che dopo un ottimo inizio ha concluso malamente la sua gara a Polignano.

Secondo posto per Andy Jones, seguito dal ceco Navratil, per la prima volta sul podio in Italia.

"È stata una gara durissima, avevo il fiato sul collo fino all'ultimo," ha affermato Hunt. "Sapevo di poter vincere, ma l'ultimo tuffo era molto difficile, sarebbe potuto succedere di tutto."

dt_190602_rbcdita_priz_5026.jpg
(S-D) Navratil, Hunt e Jones festeggiano sul podio maschile, circondati dal pubblico. Foto: Dean Treml/Red Bull Content Pool.

Dopo l'emozionante gara di Polignano, dove gli oltre 60000 presenti hanno permesso all'eroe locale Alessandro De Rose di ottenere un ambito quarto posto, la World Series spicca il volo verso le Azzorre per la quarta tappa.

Guarda la replica di Polignano a Mare

Rivivi tutta l'azione on demand su www.redbullcliffdiving.comRed Bull TVFacebook & Youtube.

Red Bull TV è disponibile su Smart TV, console da gioco, smartphone, tablet e altro ancora. Per saperne di più, visita about.redbull.tv