È in arrivo una nuova ed elettrizzante stagione

Orlando Duque in La Rochelle
Parte il conto alla rovescia per la World Series 2016

I migliori cliff diver professionisti del mondo affronteranno la loro sfida più grande in assoluto il 4 giugno, quando la Red Bull Cliff Diving World Series tornerà in Texas, Stati Uniti: ad attenderli, tuffi dalla difficoltà crescente pronti a spingere ulteriormente in avanti i limiti di ciò che è fisicamente possibile, mentre la diretta televisiva contribuirà ad aumentare drasticamente la pressione psicologica.

La piattaforma è a 28 metri di altezza, il volo dura solo 3 secondi, e gli atleti raggiungono gli 85 chilometri orari di velocità, tra un avvitamento e fino a cinque salti mortali realizzati durante il tuffo. L'unico modo per impattare l'acqua in sicurezza da quell'altezza è entrare con i piedi, ma il più piccolo errore può portare a dolori e lividi per gli uomini e le donne che prendono parte a questa impresa.

"Quando sbagli l'atterraggio, ti senti come se Mike Tyson ti avesse appena colpito con un montante dei suoi," spiega il britannico Gary Hunt, cinque volte campione. "Qualsiasi distrazione può rivelarsi davvero dolorosa."

La stagione 2016 è l'ottava sin dal debutto della World Series risalente al 2009, e per la prima volta in assoluto, ogni tappa verrà trasmessa in diretta su Red Bull TV e sui canali televisivi di numerosi paesi. Anche il carico di lavoro prettamente fisico sarà molto più duro del solito da sopportare, in quanto gli uomini dovranno effettuare un tuffo Intermedio, oltre a quello Obbligatorio e i due Opzionali, con un coefficiente di difficoltà ancor più elevato.

Tuffarsi rappresenta un banco di prova non indifferente tanto per i nervi, quanto per la costanza e l'abilità di un atleta, in quanto la piattaforma degli uomini è collocata a circa tre volte l'altezza di quella delle competizioni olimpiche (10 metri).

In acqua, durante il tuffo di ogni cliff diver, una squadra di nuotatori controlla che tutto vada per il meglio, ed è pronta ad intervenire nel caso in cui qualcosa dovesse andare storto. Sulla terraferma, una giuria composta da vincitori di medaglie d'oro olimpiche come Greg Louganis, Stati Uniti, e Dmitrij Sautin, Russia, valuta i tuffi dei cliff diver e gli assegna un punteggio.

Il campione in carica, Gary Hunt, è ancora una volta l'uomo da battere, mentre il secondo classificato dello scorso anno, Orlando Duque, dalla Colombia, sente ancora di poter conquistare il suo secondo titolo Red Bull Cliff Diving all'età di 41 anni.

Una dura competizione attende il 5 volte campione Gary Hunt, che dovrà difendere il titolo anche nel 2016.

L'americano Steven LoBue sarà uno degli atleti sotto i riflettori: conosciuto come "Turbo Spinner", è l'unico cliff diver in grado di realizzare cinque salti mortali nei tre brevissimi secondi richiesti per eseguire un tuffo.

Blake Aldridge, dall'Inghilterra, partner di Tom Daley alle Olimpiadi di Pechino del 2008 (nella disciplina Nuoto Sincronizzato), è un altro favorito. Lo scorso anno ha realizzato il tuffo con il coefficiente di difficoltà più elevato in assoluto, con due salti mortali all'indietro e cinque avvitamenti.

Tra le donne, è l'americana Rachelle Simpson a tener banco, con la vittoria di entrambe le edizioni (2014 e 2015) della Red Bull Cliff Diving World Series Femminile dai 20 metri. L'ex ginnasta, nata in Texas, non vedere l'ora di assistere alla definitiva consacrazione dello sport.

"Ora abbiamo quasi lo stesso numero di tappe degli uomini. Credo che la cosa permetterà alla gente di comprendere che anche le donne contano in questo sport, e che non siamo solo spettacolo. Ci offrirà inoltre l'opportunità di tuffarci con maggiore frequenza: più cliff diving, significa più esperienza e un livello qualitativo generale più elevato."

Ad ogni tappa verranno inoltre invitati quattro cliff diver wildcard per gli uomini, e due per le donne.

Calendario Red Bull Cliff Diving World Series 2016

4 giugno Texas, USA (Donne|Uomini)

18 giugno       Copenhagen, DEN (Uomini)

9 luglio           São Miguel, Azzorre, POR (Donne|Uomini)

23 luglio         La Rochelle, FRA (Uomini)

28 agosto       Polignano a Mare, ITA (Donne|Uomini)

11 settembre   Pembrokeshire, Galles, GBR (Donne|Uomini)

24 settembre   Mostar, BIH (Donne|Uomini)

16 ottobre       Shirahama, JPN (Donne|Uomini)

28 ottobre       Dubai, UAE (Donne|Uomini)

Cliff diver permanenti UOMINI
Andy Jones, USA
Artem Silchenko, RUS
Blake Aldridge, GBR
David Colturi, USA
Gary Hunt, GBR
Jonathan Paredes, MEX
Michal Navratil, CZE
Orlando Duque, COL
Sergio Guzman, MEX
Steven LoBue, USA

Cliff diver permanenti DONNE
Adriana Jimenez, MEX
Cesilie Carlton, USA
Ginger Leigh-Huber, USA
Helena Merten, AUS
Lysanne Richard, CAN
Rachelle Simpson, USA

 

Diretta
Ogni evento verrà trasmesso in diretta su www.redbullcliffdiving.com e Red Bull TV. Red Bull TV è disponibile su Smart TV, console da gioco, smartphone, tablet e altro ancora. Per saperne di più, visitate about.redbull.tv

Se non potete seguire un evento in diretta o volete rivederne uno, un replay verrà reso disponibile ad alcuni minuti di distanza dalla trasmissione in diretta.

Negli Stati Uniti, la trasmissione in diretta è geobloccata per via di un accordo in esclusiva con FOX Sports. Ogni evento verrà trasmesso su FOX Sports 1 a data da confermare.