Lo scontro finale in terra spagnola si avvicina

David Colturi
Si pensa già all'edizione 2020: la lotta nell'ultima tappa è per un posto da titolare

I titoli sono già stati assegnati a Gary Hunt e Rhiannan Iffland in Bosnia ed Erzegovina, grazie al loro vantaggio sugli avversari, ma la tensione continua a essere palpabile: in palio ci sono ancora gli slot da permanent diver per la prossima World Series, mentre la campionessa in carica punta a vincere per poter infrangere l'ennesimo record legato al numero di vittorie consecutive, mentre l'inglese prova a spezzare la maledizione che lo lega al ponte La Salve, dove non è mai riuscito a riemergere vincitore negli ultimi 3 appuntamenti. Il Guggenheim di Bilbao sarà insomma il teatro di un'altra sfida all'ultimo tuffo tra i membri dell'élite del Red Bull Cliff Diving.

ra_190824_rbcdmos_iffl_0896.jpg
A Bilbao, Rhiannan Iffland punta alla stagione perfetta. Foto: Romina Amato/Red Bull Content Pool.

"Questo campionato ha sempre visto sfidarsi i migliori al mondo. Uno degli avversari più temibili è sicuramente Popovici, quindi non posso adagiarmi sugli allori", afferma il campionissimo Gary Hunt.

Basti pensare che il rumeno ha realizzato il secondo tuffo "perfetto" della storia della disciplina (premiato con cinque 10 dalla giuria) al suo ritorno dopo mesi di stop per via di un infortunio, un capolavoro che gli ha permesso di tornare in lizza per un posto da titolare il prossimo anno.

dt_190824_rbcdmos_popo_2375.jpg
Nonostante l'infortunio e lo stop forzato, Popovici può ancora ambire a un posto da titolare per il 2020. Foto: Dean Treml/Red Bull Content Pool.

Vero però che Hunt ha anche una squadra di connazionali a fargli forza: le due wildcard Owen Weymouth e Aidan Heslop, oltre all'ex atleta olimpico Blake Aldridge e a Jessica Macaulay.

A proposito della 26enne inglese, proverà a difendere il suo secondo posto nella finalissima, lottando contro la bielorussa Nestsiarava e la canadese Richard, al terzo e quarto posto rispettivamente con solo 10 punti di distacco.

Tra gli uomini sul podio è praticamente sicura la presenza di Paredes, 2° con un certo vantaggio sugli inseguitori, mentre il terzo gradino è a portata di mano di Andy Jones, di nuovo 3° come nel 2016 (quando vinse a Dubai nella prima e unica gara in notturna della storia dello sport).

Il posto garantito alla prossima edizione lo avranno però solo i primi 4 classificati per ognuna delle categorie.

ra_180628_rbcdbilb_duqu_9832_0.jpg
La carriera pazzesca del leggendario Orlando Duque si chiude ufficialmente a Bilbao. Foto: Romina Amato/Red Bull Content Pool.

Ma le emozioni non si fermano qui: Bilbao, nuovamente teatro di una finale di stagione come nel 2015, vedrà anche l'ultima gara di Orlando Duque, leggenda dei tuffi dalle grandi altezze. Le lacrime, insomma, non mancheranno di certo.

Segui la diretta da Bilbao

L'evento verrà trasmesso in DIRETTA il 14 settembre alle 18:00 su www.redbullcliffdiving.com, Red Bull TV, Facebook & Youtube.

Red Bull TV è disponibile su Smart TV, console da gioco, smartphone, tablet e altro ancora. Per saperne di più, visita about.redbull.tv