I contendenti al titolo si preparano alla stagione con un tuffo in un luogo incantato

David Colturi
Ultimi preparativi per Paredes e Colturi, in attesa di sfidare il 6 volte campione Hunt

Nel punto di contatto tra il Golfo di California e l'Oceano Pacifico ha avuto luogo un incontro davvero particolare: i cliff diver Jonathan Paredes, Messico, e David Colturi, Stati Uniti, si sono tuffati in una location celebre, l'Arco di Cabo San Lucas. Con i loro sublimi tuffi da ben 24 metri d'altezza, gli atleti hanno unito le forze in questo speciale allenamento, pensato per poter affrontare al meglio il 6 volte campione Gary Hunt, Inghilterra, nell'imminente stagione del Red Bull Cliff Diving, che promette di essere tra le più imprevedibili di sempre. È sin da quando riuscirono a qualificarsi, nel 2012, che i due combattono fianco a fianco, ma le loro attuali situazioni sono diametralmente opposte, e chissà come andrà il loro 2017: il primo è infatti arrivato secondo lo scorso anno, mentre l'altro si è ripreso solo di recente da un brutto infortunio.

Circondato dalle splendide rocce di questo paradiso, chiamato anche "Lands end", il ventisettenne "maestro di stile" ha realizzato una serie di tuffi semplicemente perfetti, dimostrando di essere più che pronto a migliorare ulteriormente i suoi già ottimi risultati del 2016. "È la mia prima volta qui, a Cabo San Lucas. Questo luogo è perfetto per il cliff diving," ha affermato il messicano. "Sono davvero felice di essere tornato in Messico."

Nato e cresciuto a Città del Messico, Paredes vive e si allena principalmente nella città di sua moglie, Madrid, in Spagna, ma ritorna con una certa regolarità dove è nato, per ricaricare le batterie, ma anche e soprattutto per sfruttare le scogliere naturali della zona, proprio come Cabo San Lucas. Con la stagione 2017 in partenza tra sole 5 settimane, la preparazione per i tuffi dai 27 metri di altezza, nei quali gli atleti sfiorano gli 85 km/h di velocità, è solo una questione di rifinitura, in quanto il grosso dell'allenamento ha già avuto luogo nell'off-season. "Ho provato un nuovo tuffo qualche settimana fa, al quale ho lavorato per tutto l'inverno dai 10 metri: quest'anno darò il mio massimo, ne sono certo," ha spiegato il perfezionista, "le mie aspettative sono decisamente maggiori rispetto allo scorso anno. Voglio combattere nuovamente per il titolo, contro Gary. Sono pronto per questa stagione."

Il tuffo di Paredes dal celebre Arco de Cabo San Lucas. Foto: Mauricio Ramos Vázquez-Mellado/Red Bull Content Pool.

Colturi, che invece vive a Los Angeles, ha passato gran parte dell'inverno a recuperare la forma perduta, dopo essersi dovuto ritirare dalla scorsa World Series per subire un delicato intervento alla spalla, a ottobre. Il suo rientro in azione richiede le dovute attenzioni: non c'è spazio per dubbi e incertezze, ma il 28enne, un mago degli avvitamenti, è pronto a tornare sulla vetta della classifica. "La cosa ha stravolto i miei piani. Ho lavorato duramente per poter recuperare al massimo la forma, l'intensità, la concentrazione," ha affermato l'atleta, salito sul podio 8 volte, "sento come se questa sarà la mia stagione più grande di sempre, e ne ho bisogno, dopo un 2016 da dimenticare."

Una meraviglia della natura. Foto: Dean Treml/Red Bull Content Pool.

Per entrambi gli atleti, i tuffi dalle grandi altezze in acque cristalline, eseguiti spiccando il volo da imponenti rocce che emergono da spiagge candide e incontaminate, hanno fatto un gran bene alla loro fiducia e alla loro sicurezza. Come spiega Colturi: "Non è una cosa da tutti i giorni potersi dedicare al cliff diving prima dell'inizio effettivo della stagione. Ogni occasione in cui si può aumentare l'altezza, rispetto ai classici trampolini da 10 e 12 metri con i quali ci alleniamo solitamente, non ha prezzo. Salire lì in cima, impattare l'acqua da quell'altezza, spiccare letteralmente il volo, controllare il proprio corpo in aria e realizzare acrobazie in totale libertà, senza preoccupazioni, è un ottimo allenamento per iniziare al meglio le gare vere e proprie."

Atleti con un obiettivo: Colturi e Paredes sono due dei favoriti al titolo. Foto: Dean Treml/Red Bull Content Pool.

Da Cabo San Lucas, situato sulla punta sud della Baja California, gli atleti voleranno (questa volta a bordo di un aereo) verso la costa ovest irlandese, a Inis Mór. Il misterioso sfiatatoio del Serpent's Lair ospiterà la prima di sei gare, alla fine delle quali verranno decretati i nuovi campioni, sia della categoria maschile che di quella femminile. È in quel luogo che Paredes e Colturi daranno il via alla loro caccia al titolo, con un solo uomo da battere: Gary Hunt.

SEGUI LA DIRETTA

L'evento verrà trasmesso in diretta il 24 giugno dalle ore 13:00 su www.redbullcliffdiving.com, Red Bull TV e su Facebook. Red Bull TV è disponibile su Smart TV, console da gioco, smartphone, tablet e altro ancora. Per saperne di più, visita about.redbull.tv

Non puoi seguire l'evento in diretta o vuoi vederlo nuovamente? Troverai un replay disponibile qualche minuto dopo la conclusione dell'evento.