Con il cliff diving allo stato puro delle Azzorre, la sfida si fa durissima

Ginger Huber
Servirà uno sforzo ancor più grande per battere i campioni in questa location unica

Il campione dei record, l'inglese Gary Hunt, ha inaugurato la stagione con una vittoria, e trionfando nella tappa più "pura" di tutte, quella delle Azzorre con le sue rocce vulcaniche, realizzerebbe un tris di successi (contando quelli degli scorsi anni). La sua controparte femminile, Rhiannan Iffland, dall'Australia, ha dominato in Irlanda, ed è pronta a mantenere ben saldo il titolo anche in quest'isoletta situata nel bel mezzo dell'Atlantico. Insomma, sono più in forma che mai, e ai loro avversari verrà richiesto uno sforzo ulteriore per poter portare a casa la gara.

Con le vittorie ottenute nel 2015 e nel 2016, il "Brilliant Brit" Gary Hunt ha dimostrato di non temere di tuffarsi direttamente dalle scogliere. Sarà ancora una volta lui l'uomo da battere in questo ritorno all'origini del cliff diving più puro da parte della Red Bull Cliff Diving World Series per la sesta volta consecutiva.

Gary Hunt ha vinto la gara nella splendida isoletta nelle ultime due stagioni. Foto: Dean Treml/Red Bull Content Pool.

L'americano Andy Jones, qui arrivato già terzo e secondo in passato, potrebbe però avere un asso nella manica con cui contrastare la corsa alla terza vittoria di fila dell'inglese. Idem il connazionale di Hunt, Blake Aldridge, che non ha mai raggiunto il podio nelle sue cinque presenze in questa location, ma che dopo il secondo posto ottenuto in Irlanda farà di tutto per conquistare il suo primo trionfo.

Per quanto concerne la World Series femminile, che nel 2017 seguirà lo stesso calendario degli uomini, sarà Rhiannan Iffland l'atleta a cui soffiare il primo posto. La prima wildcard in assoluto a vincere il titolo ha infatti dimostrato di essere partita con il piede giusto anche quest'anno, vincendo al Serpent's Lair, e non le dispiacerà trionfare per la quarta volta di fila (contando anche le ultime due tappe del 2016).

In una location così dura, non può che essere l'esperienza il fattore determinante per vincere, e tra le favorite spicca Ginger Huber, una vera veterana dello sport. La 42enne, che nella scorsa tappa è arrivata seconda a pari merito con la wildcard bielorussa Yana Nestsiarava, è già salita per ben due volte sul podio portoghese. Per non parlare di uno dei suoi record, ottenuto durante la World Series 2016: l'aver strappato un 10, il voto più alto in assoluto, ai giudici.

Ginger Huber è in forma smagliante ed è pronta a vincere nelle Azzorre, dopo i due podi del 2015 e del 2016. Foto: Dean Treml/Red Bull Content Pool.

Per la seconda tappa della World Series 2017 si prospetta quindi una gara elettrizzante all'insegna del cliff diving allo stato puro. Ad attendere gli atleti nelle Azzorre c'è un impressionante monolite di pietra vulcanica a forma di testa di serpente. La parete esterna del cratere dell'isoletta, quasi perfettamente rotonda, rappresenta il posto ideale per esplorare questo sport così estremo, in quanto i diver si tufferanno direttamente dalle scogliere come facevano i pionieri nelle Hawaii quasi 250 anni fa. Soltanto per i tuffi opzionali, più difficili, gli atleti si tufferanno dalle piattaforme poste al di sopra dell'oceano, a 21 metri per le donne e 27 metri per gli uomini.

Segui la diretta

L'evento verrà trasmesso in diretta il 9 luglio dalle ore 14:30 su www.redbullcliffdiving.com, Red Bull TV e su Facebook. Red Bull TV è disponibile su Smart TV, console da gioco, smartphone, tablet e altro ancora. Per saperne di più, visita about.redbull.tv.

Non puoi seguire l'evento in diretta o vuoi vederlo nuovamente? Troverai un replay disponibile qualche minuto dopo la conclusione dell'evento.