Duque e la Jimenez surriscaldano la lotta per il titolo

Adriana Jimenez e Orlando Duque
A decidere le sorti dell'intera tappa ci ha pensato l'emozionante round finale

Il colombiano Orlando Duque è tornato sulla cresta dell'onda con una pazzesca vittoria a São Miguel, battendo i suoi avversari più giovani e salendo sulla cima del podio per la prima volta dal 2013. Dietro di lui, l'americano Steven Lobue e l'inglese Gary Hunt, rispettivamente secondo e terzo classificato. Per le donne, è stata la messicana Adriana Jimenez a dominare la tappa portoghese, la sua prima vittoria in assoluto in World Series, merito di un tuffo nel round finale semplicemente da manuale, che le ha permesso di superare l'australiana Helena Merten e la tedesca Anna Bader.

Sotto il sole cocente dell'arcipelago portoghese è stato l'atleta più esperto dello sport ad assicurarsi la prima vittoria nelle ultime 27 gare, all'età di 42 anni. Dopo non aver conquistato nemmeno un podio nel 2016, Duque lo ha sfiorato in Irlanda (0,7 punti lo separavano dal terzo classificato), ma qui nelle Azzorre è riuscito a toccare i 346,50 punti. Il campione della stagione 2009 ha superato il floridiano LoBue e il campione dei record, Hunt, il quale ha avuto non pochi problemi (complice anche un infortunio), al punto da trovarsi ultimo dopo i primi due round.

Orlando Duque in volo verso la sua prima vittoria in 4 anni. Foto: Dean Treml/Red Bull Content Pool.

Il "Brilliant Brit" è però riuscito a tornare in vetta e a mantenere la prima posizione in classifica generale dopo due gare su sei complessive, seguito dal colombiano, di sotto di soli 20 punti, mentre l'inglese Blake Aldridge è terzo.

1000 spettatori si sono radunati al largo della splendida isoletta. Foto: Maquina Voadora/Red Bull Content Pool.

La messicana Jimenez ha dominato la gara dai 21 metri, prendendosi la rivincita dopo il ritiro dalla tappa irlandese. La vincitrice della FINA High Diving World Cup ha dimostrato tutto il suo talento sia dalla scogliera che dalla piattaforma, e ha ottenuto la sua prima vittoria su 15 gare disputate, al cospetto di 1000 spettatori.

Adriana Jimenez era in forma smagliante. Foto: Romina Amato/Red Bull Content Pool.

L'australiana Helena Merten è salita sul secondo gradino del podio, grazie ad una pazzesca performance dalle scogliere, che le ha permesso di dominare la gara fino al tuffo finale. La veterana Anna Bader, Germania, chiude il cerchio con un'altra eccellente prestazione nella sua prima gara dopo la pausa dovuta alla maternità.

Nella classifica generale femminile, resta in vetta la 25enne Rhiannan Iffland, nonostante il 5° posto ottenuto qui in Portogallo e un piccolo infortunio, seguita da Ginger Huber (USA, oggi arrivata quarta) e dalla Jimenez.

La location selvaggia ha creato qualche problema ai 22 atleti, che però sono riusciti a superare la tappa indenni. Prossima tappa: la Mecca europea del cliff diving, Polignano a Mare, una vera e propria bomboniera incastonata nelle scogliere pugliesi. L'appuntamento è tra due settimane.

Risultati

UOMINI

1- Orlando Duque (COL) – 346.50 punti
2- Steven LoBue (USA) – 342.45
3- Gary Hunt (GBR) – 330.40
4- Jonathan Paredes (MEX) – 327.35
5- Kyle Mitrione (W) (USA) – 323.50
6- Kris Kolanus (POL) – 316.95
7- Blake Aldridge (GBR) – 298.15
8- Sergio Guzman (MEX) – 293.80
9- Andy Jones (USA) - 213.70
10- David Colturi (USA) – 207.80
11- Michal Navratil (CZE) – 201.75
12- Artem Silchenko (W) (RUS) – 192.05
13- Miguel Garcia (W) (COL) – 188.60
14- Todor Spasov (W) (BUL) - 165.50

DONNE

1- Adriana Jimenez (MEX) – 303.50 punti
2- Helena Merten (AUS) – 284.70
3- Anna Bader (W) (GER) – 281.90
4- Ginger Huber (USA) – 279.40
5- Rhiannan Iffland (AUS) – 262.80
6- Jessica Macaulay (W) (GBR) – 258.30
7- Cesilie Carlton (USA) – 256.50
8- Tara Hyer-Tira (W) (USA) – 243.10

Guarda il replay

Rivivi tutta l'azione su www.redbullcliffdiving.com e su Red Bull TV.  Red Bull TV è disponibile su Smart TV, console da gioco, smartphone, tablet e altro ancora. Per saperne di più, visita about.redbull.tv.