A giugno avrà inizio una nuova stagione più competitiva che mai

Azores
Chi la spunterà alla fine delle 6 tappe della World Series 2017?

Tanti inseguitori per il titolo maschile, una wildcard divenuta campionessa nel giro di una sola stagione a difendere quello femminile, e 6 gare ad alto tasso di difficoltà in cui si sfideranno i migliori cliff diver del mondo: la lotta per la gloria nella nona stagione della World Series sarà senza ombra di dubbio la più dura ed imprevedibile. Tre secondi di caduta libera e acrobazie in location che spaziano da vere e proprie meraviglie della natura, a piccoli ed antichi centri abitati ricchi di fascino, fino a frontiere totalmente nuove che metteranno alla prova i cliff diver nella stagione 2017. A partire da giugno, questo sport estremo allo stato puro prenderà il largo verso lidi conosciuti e sconosciuti, tra l'Europa e il Nord America, ma è nel Sud del continente, ad ottobre, che verranno incoronati i due campioni.

La novità principale del campionato è la tappa di Lago Ranco, in Cile, dove la stagione 2017 chiuderà i battenti con la finalissima. Ma prima, gli atleti di caratura internazionale della Red Bull Cliff Diving World Series dovranno tuffarsi dai 27 metri di altezza (gli uomini) e dai 21 metri (le donne) in Irlanda, Portogallo, Italia, Stati Uniti e Bosnia ed Erzegovina.

I primi tuffi della stagione da una piattaforma posizionata a tre volte tanto quella olimpica verranno ospitati dalla selvaggia natura irlandese, nella mistica "Tana del Serpente" situata sull'isola di Inis Mór. Da quel rettangolo pressoché perfetto posto al confine più remoto dell'Europa, la World Series si sposterà verso un classico intramontabile, i mastodontici monoliti delle Azzorre, Portogallo, dove i diver si tufferanno direttamente dalle scogliere di natura vulcanica. A metà luglio sarà invece il turno della nostra Polignano a Mare, ormai celebre nel circuito internazionale per via della posizione della piattaforma: gli atleti dovranno infatti attraversare il salotto di un cittadino per poterla raggiungere!

La nuova stagione prenderà il via a Inis Mór, Irlanda, al margine estremo dell'Europa.
Foto: Romina Amato/Red Bull Content Pool.

Dopo una breve pausa estiva, la World Series farà ritorno in Texas, con le sue scogliere torreggianti chiamate "Hell's Gate", "Il Cancello dell'Inferno", un nome che la dice lunga su cosa li attende a settembre, nel Possum Kingdom Lake. Dall'immensa riserva idrica statunitense, ad accoglierli nella penultima tappa saranno le fredde acque al di sotto dello Stari Most, l'antico ponte di Mostar, in Bosnia ed Erzegovina, dove i tuffi dalle grandi altezze sono di casa da secoli. Ottobre vedrà invece il debutto di una nuova località, nuovi territori inesplorati, nel Sud del Cile. Le cascate Riñinahue, circondate da vulcani innevati, ospiteranno per la prima volta la World Series, ed è lì che verrà assegnato il trofeo King Kahekili ai campioni della stagione 2017.

Questa potrebbe essere la stagione più combattuta di sempre nella storia del Red Bull Cliff Diving, dopo che quella 2016 ha visto salire sul gradino più alto del podio un gran numero di atleti. L'uomo da battere resta il 6 volte campione Gary Hunt, ma avrà tanti agguerritissimi concorrenti alle calcagna, a partire dal messicano Jonathan Paredes, arrivato 2° grazie al suo stile preciso e pulito, così come Andy Jones, dagli Stati Uniti, che grazie alla sua grinta e all'esperienza è riuscito a portarsi a casa la prima gara in notturna in assoluto, disputata ad ottobre, che gli è valsa il 3° posto in classifica generale. C'è anche però chi ha molto da dimostrare, come Artem Silchenko, veterano dello sport che, dopo una stagione di alti e bassi, si è visto costretto a prendere parte alla nuova edizione del campionato in veste di wildcard. Una cosa è certa: il russo farà di tutto per ritornare tra gli atleti permanenti, poco ma sicuro.

Del resto, dopo aver visto una wildcard vincere il titolo, tutto è possibile: stiamo parlando dell'australiana Rhiannan Iffland, che ha concluso la sua clamorosa stagione di debutto con cinque vittorie su sette gare, accaparrandosi il trofeo femminile. La competizione, giunta al quarto anno, sarà ancora più ardua ed elettrizzante, ora che i tuffi da realizzare sono quattro e non tre come in passato, e vedrà il ritorno della talentuosa Anna Bader dalla pausa (è diventata mamma!). La tedesca riuscirà a tener testa alla (ormai ex-)wildcard delle meraviglie?

La concorrenza sarà spietata per Gary Hunt e Rhiannan Iffland, i due campioni in carica: quest'estate dovranno difendere strenuamente il titolo.
Foto: Dean Treml/Red Bull Content Pool.

La World Series, come il cliff diving stesso, è in continua evoluzione e cambiamento, sempre più complessa per via dei recenti sviluppi, così come delle modifiche apportate dalla FINA, tra nuovi tuffi e un maggiore focus, da parte della giuria, sul tasso di difficoltà degli stessi. Nel 2017, insomma, si continuerà ad inseguire e superare ciò che è fisicamente possibile, e sarà qualcosa di veramente emozionante.

Calendario della Red Bull Cliff Diving World Series 2017

24 giugno - Inis Mór, Irlanda
9 luglio - São Miguel, Azzorre, Portogallo
23 luglio - Polignano a Mare, Italia
3 settembre - Texas, USA
16 settembre - Mostar, Bosnia ed Erzegovina
21 ottobre - Lago Ranco, Cile