I 3 contendenti al titolo 2019 – Uomini

Steven LoBue
Uno sguardo ravvicinato ai 3 favoriti della categoria maschile nella nuova stagione

La Red Bull Cliff Diving World Series 2019 sta per partire a El Nido, nelle Filippine, e sarà ancora una volta una lotta senza esclusione di colpi. Il 7 volte campione Gary Hunt resta il favorito nella caccia al trofeo del Re Kahekili, ma i suoi rivali hanno lavorato duramente off-season per lanciargli il guanto di sfida.

Con la nuova stagione dietro l'angolo, diamo uno sguardo ai 3 contendenti al titolo maschile.

Gary Hunt (Inghilterra)

L'anno scorso giravano delle voci su Gary Hunt: era al capolinea. Dopo l'errore in Cile che gli è costato il titolo 2017, l'inglese ha perso fiducia nei suoi leggendari avvitamenti, al punto da farli sparire dai suoi tuffi, una scelta che lo ha portato a un 8° e a un 10° posto in Texas e a Bilbao assolutamente da dimenticare. La cosa non è durata molto: li ha reintrodotti alle Azzorre, dove è salito sul podio, per poi riconquistare la magia che gli ha fatto ottenere il titolo World Series per la settima volta.

Nella sua incredibile carriera in World Series il buon Gary, che adora tuffarsi da finestre e balconi (anche appena sveglio), ha ottenuto un gran numero di successi: 34 vittorie e 59 podi su 72 gare (no, non ne ha persa nemmeno una). Insomma, per quanto ambizioso, il suo obiettivo per il 2019 non sembra così irraggiungibile.

Migliori risultati:

• 7 volte campione della Red Bull Cliff Diving World Series
• Vincitore di 34 gare della Red Bull Cliff Diving World Series
• 2018 & 2016 – Vincitore della FINA High Diving World Cup
• 2015 – Vincitore della High Diving World Cup

Steven LoBue (Stati Uniti)

Il 2018 spettacolare dell'americano ha avuto ufficialmente inizio a Bilbao, la seconda tappa, dove è salito sul gradino più alto del podio dopo la gara del 2015 sempre nella città basca.

Dopo essere rimasto a bocca asciutta per 16 tappe, il 34enne ha continuato a macinare vittorie, conquistando i suoi primi due 10 e infrangendo il record di miglior punteggio ottenuto con un singolo tuffo, 147,90 punti. Ed è stato più vicino che mai a portare il trofeo del Re Kahekili per la prima volta negli Stati Uniti.

Ce la farà nel 2019?

Migliori risultati:

• 2018 2° posto in classifica generale - Red Bull Cliff Diving World Series
• 2017 Vincitore FINA High Diving World Championships
• 2015 1° posto - Tappa di Bilbao (ESP) - Red Bull Cliff Diving World Series

Jonathan Paredes (Messico)

Quella del 2018 è stata una stagione piena di alti e bassi per l'ex-campione, che lo ha visto salire 3 volte sul podio, ma anche piazzarsi al 6° e al 10° posto. Non che sia peggiorato rispetto alla stagione precedente: basti pensare che con gli stessi punteggi con cui è salito sul podio nel 2018, nel 2017 avrebbe vinto. Il problema è che quando ha ritrovato la forma si è dovuto scontrare con gli inarrestabili Hunt e LoBue, intenti a sfidarsi a suon di record infranti. Per vincere, Paredes avrebbe dovuto conquistare la tappa di Polignano e sperare che i due rivali perdessero clamorosamente, e dopo la finale del 2017, lui lo sa meglio di chiunque altro, tutto sarebbe potuto succedere.

L'ex-campione punta ad un inizio di stagione col botto, e se il "Maestro di stile" riuscirà a rimanere costante, sarà senza dubbio uno dei principali contendenti al titolo.

Migliori risultati:

• 2018 - 3° posto in classifica generale - Red Bull Cliff Diving World Series
• 2017 - Campione della Red Bull Cliff Diving World Series
• 2016 - 2° posto - FINA High Diving World Championship
• 2015 - 1° posto - Tappa di Mostar (BIH) - Red Bull Cliff Diving World Series
• 2015 - 2° posto - FINA High Diving World Championship

Per saperne di più sul Red Bull Cliff Diving clicca qui.