Now
Now
Now
Now
Now
Now
Menu

Iffland e Aldridge conquistano l'Hell's Gate

Rhiannan Iffland and Blake Aldridge
L'australiana conferma il suo primo posto in classifica, mentre per gli uomini la sfida entra nel vivo

Per Blake Aldridge (GBR) è la prima vittoria in World Series dal 2014, un modo perfetto per inaugurare la seconda parte della stagione 2017, mentre Rhiannan Iffland, campionessa in carica, mantiene il predominio in classifica generale.

Nel 2016, sempre in Texas, Aldridge arrivò secondo, dietro a Jonathan Paredes. Ma quest'anno l'inglese ha ribaltato la situazione, strappando al messicano il gradino più alto del podio con il suo ultimo tuffo. Si tratta del quarto vincitore differente su quattro tappe disputate in questa stagione, tra le più imprevedibili di sempre: basti pensare al round finale dell'Hell's Gate, alla fine del quale erano solo 11 i punti a separare il primo dal settimo classificato. Quella del 3 settembre è stata una gara combattuta ed emozionante, un vero spettacolo per i 9000 appassionati accorsi al Possum Kingdom Lake a bordo di barche e kayak, le cui urla di gioia e supporto hanno aiutato il loro connazionale David Colturi a ottenere il terzo posto (e il secondo podio consecutivo).

Il tuffo dai 27 metri di Blake Aldridge che gli ha fatto conquistare la quarta tappa della World Series. Foto: Dean Treml/Red Bull Content Pool.

"Non ho commesso errori durante il weekend, sento di essermela meritata questa vittoria," ha affermato un Aldridge entusiasta. "Lo standard era altissimo, tutti i diver hanno realizzato tuffi incredibili nell'ultimo round. Sono passati un po' di anni dalla mia ultima vittoria a Cuba, nel 2014. Aspettavo da tempo questo momento, e sono super contento della mia performance."

"Il mio sogno è sempre stato quello di vincere la Red Bull Cliff Diving World Series, e avere una chance quest'anno è fantastico. Facendo bene nelle prossime due tappe, potrei non solo salire sul podio finale, ma chissà, anche vincere."

In una giornata ricca di sorprese, è stata ancora una volta la Iffland a trionfare nella categoria femminile: terzo successo stagionale per lei. La 25enne spuntò fuori dal nulla nel 2016 e si portò a casa la prima gara della scorsa stagione, proprio in Texas, quando era ancora una wildcard, candidandosi poi campionessa a fine campionato. Nel 2017 sta confermando che quella non fu assolutamente fortuna: il suo è un talento travolgente, e farà di tutto per assicurarsi nuovamente il titolo.

La ballerina del cielo: Rhiannan Iffland era in splendida forma in Texas, dove vinse la sua prima gara in assoluto, nel 2016. Foto: Romina Amato/Red Bull Content Pool.

La messicana Adriana Jimenez è arrivata seconda, seguita dall'australiana Helena Merten. Un podio che rispecchia la classifica generale, anche se ora a separare la Iffland dalla sua rivale ci sono ben 170 punti.

"Lo scorso anno è stato un vortice di emozioni," ha affermato la campionessa in carica. "In questa stagione ho aspettative molto più alte, ma una volta salita sulla piattaforma, al cospetto di un pubblico entusiasta e divertito, la pressione è sparita come per magia e mi sono tuffata in tranquillità. Questo risultato mi offre una posizione di vantaggio per le prossime due gare, ma continuerò ad allenarmi duramente per concluderle al meglio, anche se l'obiettivo principale resta quello di divertirmi e godermi l'esperienza."

Se il destino della categoria femminile sembra già scritto, per quella maschile le cose si fanno davvero imprevedibili: la vittoria di Aldridge lo ha fatto schizzare in vetta alla classifica generale, Paredes è salito al terzo posto, Duque è sceso al sesto, e alle calcagna dell'inglese c'è il connazionale e sei volte campione World Series Gary Hunt.

Quattro differenti vincitori, tre leader della classifica (per gli uomini) e due volti nuovi sul podio di entrambe le categorie provano che la World Series 2017 è ancora tutta da scrivere, e saranno le gare di Mostar, Bosnia ed Erzegovina, e Lago Ranco, Cile, più decisive che mai, a stabilire chi si aggiudicherà il titolo.

Risultati:

UOMINI

1 – Blake Aldridge (GBR) – 399.95 punti
2 – Jonathan Paredes (MEX) – 398.75
3 – David Colturi (USA) – 391.30
4 – Andy Jones (USA) – 390.85
5 – Gary Hunt (GBR) – 390.45
6 – Michal Navratil (CZE) – 389.20
7 – Alessandro De Rose (W) (ITA) – 388.30
8 – Kris Kolanus (POL) – 369.65
9 – Sergio Guzman (MEX) – 251.10
10 – Steven LoBue (USA) – 249.90
11 – Alain Kohl (W) (LUX) – 244.60
12 – Miguel Garcia (W) (COL) – 240.30
13 – Orlando Duque (COL) – 233.80
14 – Owen Weymouth (W) (GBR) – 213.00

DONNE

1 – Rhiannan Iffland (AUS) – 315.60pts
2 – Adriana Jimenez (MEX) – 304.15
3 – Helena Merten (AUS) – 293.85
4 – Tara Hyer-Tira (W) (USA) – 288.50
5 – Ginger Huber (USA) – 287.10
6 – Cesilie Carlton (USA) – 279.40
7 – Iris Schmidbauer (W) (GER) – 227.20
8 – Maria Paula Quintero Torres (W) (COL) – 226.50

Guarda il replay

Rivivi tutta l'azione su www.redbullcliffdiving.com e su Red Bull TV.  Red Bull TV è disponibile su Smart TV, console da gioco, smartphone, tablet e altro ancora. Per saperne di più, visita about.redbull.tv.