Il blog di Orlando Duque, Parte 4: Una gara difficile

Orlando Duque
La leggenda colombiana perde il primo posto dopo il passo falso all'Hell's Gate

Ciao a tutti,

dopo un weekend davvero difficile, sto andanto a Barranquilla per assistere alla partita tra la nazionale colombiana e il Brasile. La squadra è giovane, sta migliorando a vista d'occhio e potremmo anche vincere (l'ultima volta è finita in pareggio, 1 a 1).

Di solito dopo una pausa si tende a tornare al massimo delle proprie capacità, ma per me, come detto, il weekend è stato difficile.

Durante la settimana sono stato bene, ma qualcosa non è andato per il meglio. Il livello degli altri ragazzi era altissimo. La mia gara non è stata delle migliori, mentre in generale, un po' tutti sono andati meglio del solito. La pausa estiva ha permesso a molti di guarire da dolori e ferite.

Duque con i connazionali Maria Paula Quintero Torres e Miguel Garcia: in Texas, per la prima volta quest'anno, non è riuscito ad arrivare al round finale. Foto: Dean Treml/Red Bull Content Pool.

Al momento, su quattro gare, ci sono stati quattro vincitori differenti, il che è una gran cosa, perché lo scorso anno c'erano solo uno, due atleti a dominare la classifica. Questa volta sono i primi cinque, sei a poter vincere. È la dimostrazione che il livello degli atleti è molto alto.

Sono davvero felice per Blake, in quanto ha sperimentato con varie strategie e sta andando alla grande. Ha provato a cambiare la difficoltà, e da quando si è ripreso completamente dall'infortunio ha sempre gareggiato al meglio. In Texas era davvero al top. Gary è stato sotto i riflettori per tanto tempo, ma questa stagione, un po' come tutti, ha avuto i suoi problemi, anche se al momento la situazione dei due inglesi sembra ottima.

Ovviamente ogni atleta sapeva cosa stava accadendo nei paraggi a causa dell'uragano Harvey. È difficile festeggiare quando c'è gente che soffre, ma bisogna pur andare avanti e pensare a tornare alla normalità, a sistemare le cose.

Era il weekend del Labor Day, e c'era tantissima gente ad assistere alla gara. Il clima era fantastico, e ognuno era sulla sua barca con la musica a palla. Dalla cima della piattaforma si vedeva tutto, ed è stato bellissimo vedere che tutti si stavano divertendo.

Il tuffo di Duque al cospetto di migliaia di appassionati al Possum Kingdom Lake. Foto: Romina Amato/Red Bull Content Pool.

Dopo i campionati del mondo a Budapest, abbiamo passato un mese senza tuffarci, cogliendo l'occasione per rilassarci e divertirci anche noi durante il break di metà stagione.

Il progetto dell'eclissi è stato pazzesco, ci ha fatto scrollare la pressione di dosso almeno per un po', ed è stato bello potersi dedicare a del sano freestyle.

Quando sono a casa, in Colombia, io e mia moglie adoriamo vedere House of Cards e Homeland. Ci piacciono un sacco i drammi a sfondo politico. Però ho evitato di seguire Narcos, perché in quel periodo ci sono cresciuto, e non è stato dei migliori.

Mia moglie è sempre presente alle mie gare, ma in Texas non c'era, quindi metà della mia squadra era assente. Non ci sarà nemmeno il 16 settembre, in Bosnia, dato che preparare i documenti in tempo non è così semplice, ma non vedo l'ora di averla al mio fianco in Cile.

Quest'anno il campionato andrà vissuto fino all'ultimo. L'anno scorso era già tutto deciso prima della gara di Dubai, ma una finale da combattere con tutte le proprie forze aiuta a riaccendere lo spirito di chiunque.

Segui la diretta

L'evento di Mostar verrà trasmesso in diretta il 16 settembre dalle ore 14:30 su www.redbullcliffdiving.com, Red Bull TV e su Facebook. Red Bull TV è disponibile su Smart TV, console da gioco, smartphone, tablet e altro ancora. Per saperne di più, visita about.redbull.tv

Non puoi seguire l'evento in diretta o vuoi vederlo nuovamente? Troverai un replay disponibile qualche minuto dopo la conclusione dell'evento.