Le contendenti al titolo 2018

Adriana Jimenez
Uno sguardo ravvicinato alle favorite della World Series di quest'anno

Nelle ultime tre stagioni la Women's World Series è diventata parte integrante e fondamentale del Red Bull Cliff Diving, regalando sorprese e colpi di scena. I primi due anni sono stati dominati da Rachelle Simpson, atleta americana, ma nel 2016 è arrivata l'astro nascente della disciplina, l'australiana Rhiannan Iffland, a catalizzare l'attenzione degli appassionati, che è passata rapidamente dallo status di wildcard a laurearsi due volte consecutive campionessa.

Con la nuova stagione imminente, quella che celebrerà il 10° anniversario del campionato, c'è elettricità nell'aria: la sfida si farà ancora più avvincente, poco ma sicuro. Arriverà qualche nuova wildcard a lasciare di stucco gli spettatori, o sarà ancora la Iffland a dominare la classifica?

Adriana Jimenez (MEX)

Nel 2017 la messicana, che viene facilmente sottovalutata per via della sua allegria e della sua spensieratezza, ha iniziato la stagione con un 8° posto in Irlanda, ma ha da subito messo in chiaro le sue intenzioni vincendo la seconda tappa, nelle Azzorre: quella è stata la sua prima vittoria in World Series in assoluto. L'anno, da incorniciare, le ha visto anche conquistare una medaglia d'argento nei FINA High Diving World Championships, a luglio. Nel 2018 punterà ad alzare ulteriormente il livello, mirando direttamente alla vetta della classifica.

Migliori risultati

  • 2017 1° posto - Tappa delle Azzorre (POR) - Red Bull Cliff Diving World Series Femminile
  • 2017 2° posto - FINA High Diving World Championships
  • 2015 2° posto - Tappa delle Azzorre (POR) - Red Bull Cliff Diving World Series Femminile
  • 2014 2° posto - Tappa dello Yucatán (MEX, wildcard) - Red Bull Cliff Diving World Series Femminile
  • 2004 19° posto - World Cup 10 metri e Pre-Olimpiadi di Atene (GRE), con cui si è assicurata la partecipazione alle Olimpiadi del Messico

Adriana Jimenez festeggia la sua prima vittoria in World Series alle Azzorre, nel 2017. Foto: Dean Treml/Red Bull Content Pool.

Anna Bader (GER)

Dando uno sguardo alla carriera di Anna Bader, i presupposti per fare grandi cose nel 2018 ci sono tutti: nel 2014 e nel 2015 è stata permanent diver, nel 2016 si è presa una pausa per via della maternità, ma nel 2017 è tornata sulla cresta dell'onda nelle vesti di wildcard, salendo sul podio ben tre volte su quattro, riconquistando così il suo posto da atleta permanente nella nuova stagione. Ha dimostrato di poter ribaltare la situazione a suo favore, e si prospettano grandi cose per lei.

Migliori risultati

  • 6 volte Campionessa Europea di Cliff Diving
  • 2015 4° posto - Red Bull Cliff Diving World Series
  • 2014 2° posto - Red Bull Cliff Diving World Series
  • 2012 3° posto – Categoria femminile dei campionati europei
  • 2008 – Tuffo personale più alto in assoluto (24,5 metri) durante la tappa di Polignano a Mare (ITA) del Red Bull Cliff Diving

Anna Bader si tuffa dallo Stari Most durante la tappa di Mostar della World Series. Foto: Dean Treml/Red Bull Content Pool.

Lysanne Richard (CAN)

Sbucata praticamente fuori dal nulla nel 2016, la canadese affronta sempre col sorriso la sfida di tuffarsi con grazia acrobatica dai 21 metri, e sarà indubbiamente una delle diver da tenere d'occhio per il titolo femminile del 2018, dopo aver tenuto testa alla sensazionale Rhiannan Iffland con una indimenticabile battaglia per il titolo. L'atleta canadese ha rimediato un brutto infortunio al collo poco prima dell'inizio della stagione 2017, incidente che le ha fatto saltare l'intera World Series, ma grazie alla policy sugli infortuni ha mantenuto il suo status di diver permanente, e gli appassionati dello sport attendono il suo ritorno sulla piattaforma. Se sfoggerà una prestazione allo stesso livello di quella di due anni fa, ha tutte le carte in regola per conquistare il trofeo del Re Kahekili.

Migliori risultati

  • 2016 – 1° posto nelle tappe di Polignano a Mare (ITA) e di Mostar (BIH) - Red Bull Cliff Diving World Series
  • 2016 – Vincitrice della High Diving World Cup
  • 2015 – 2° posto – Tappa del Texas (USA, wildcard) – Red Bull Cliff Diving World Series
  • 2014 – 8° posto – Tappa dello Yucatán (MEX, wildcard) – Red Bull Cliff Diving World Series
  • 2011 – Tuxtla – Vincitrice donne

Lysanne Richard spera di riprendere da dove aveva lasciato nel 2016, dopo l'infortunio che le ha impedito di partecipare alla scorsa edizione. Foto: Jason Halayko/Red Bull Content Pool.

Rhiannan Iffland (AUS)

Dopo aver trionfato a sorpresa nel 2016, l'anno successivo la 26enne australiana ha fatto il bis, senza mostrare segni di debolezza, superando anche il brutto infortunio rimediato prima della penultima gara, a cui non ha potuto partecipare. La finale in Cile sarebbe dovuta essere una gara di prova per sincerarsi delle sue condizioni, più che una competizione, ma dopo un primo tuffo non proprio perfetto, non solo ha trionfato nella tappa, ma ha conquistato anche l'intera World Series. E a dimostrazione della sua forma smagliante, si è portata a casa anche il titolo mondiale a Budapest, in Ungheria. Riuscirà qualcuno a metterle i bastoni tra le ruote nel 2018?

Migliori risultati

  • 2017 & 2016 Campionessa della Red Bull Cliff Diving World Series femminile
  • 2017 Vincitrice dei FINA High Diving World Championships

Rhiannan Iffland punta alla tripletta in questa stagione-anniversario. Foto: Romina Amato/Red Bull Content Pool.

Per saperne di più sul Red Bull Cliff Diving clicca qui