Pronti per una nuova stagione di puro Cliff Diving?

A diver leaps into the sea in Polignano a Mare
9 tappe in totale, 7 delle quali femminili, per una Red Bull Cliff Diving World Series più grande che mai

Dalle meraviglie della natura ai capolavori scolpiti nella roccia, da luoghi carichi di storia alle moderne metropoli, la Red Bull Cliff Diving World Series, giunta all'ottava edizione, è pronta a spingersi ancora una volta oltre ogni limite. Nel 2016 questo sport sempre pronto a sfidare la gravità farà tappa in territori sia inediti che già noti agli appassionati, tra Nord America, Europa, Asia e Medio Oriente, per incoronare due nuovi campioni una durissima gara dopo l'altra.

Giappone ed Emirati Arabi Uniti sono le due new entry nel programma della World Series 2016, serie di eventi nei quali i migliori atleti in circolazione si tuffano dai 27 metri di altezza, sfiorando gli 85 chilometri orari in soli tre secondi, in esibizioni in grado di togliere il fiato. Tra giugno e ottobre, l'intero campionato verrà disputato in Texas, Danimarca, Portogallo, Francia, Italia, Regno Unito e Bosnia ed Erzegovina, prima di fare tappa in una delle nuove location, in Asia. I vincitori sia del campionato maschile che quello femminile verranno incoronati in uno speciale evento a Dubai.

A giugno, la World Series 2016 partirà dall'Hell's Gate del Possum Kingdom Lake, nello stato americano dove tutto è più grande: il Texas. Due altissime scogliere, che si ergono in maniera quasi teatrale dalla prima riserva idrica del fiume Brazos, faranno da cornice alla prima tappa della stagione. Quella successiva riporterà la competizione in Europa, nella location situata più a nord in assoluto tra quelle di quest'anno: Copenaghen. La capitale danese regalerà agli atleti una vista panoramica del palazzo reale, Amalienborg, e dell'adiacente Chiesa di Marmo, mentre gli stessi saliranno verso la pedana fissata a 27 metri di altezza, sul tetto dell'Opera House.

A luglio è invece previsto il ritorno di due grandi classici: tuffi dalle grandi altezze eseguiti direttamente dalle scogliere nelle Azzorre, Portogallo, dove l'incredibile arcipelago vulcanico collocato nel bel mezzo dell'Oceano Atlantico offrirà per la quinta volta consecutiva un trampolino unico, dal quale i diver eseguiranno tuffi pazzeschi, il tutto nella cornice dell'Isola Vila Franca do Campo. A seguire, La Rochelle, Francia. La città, il cui nome è traducibile con "piccola scogliera", sarà per la sesta volta su otto il fulcro dell'elite del cliff diving. Una location temuta da tutti, situata nel Golfo di Biscaglia, che nel 2015 ha infranto il suo stesso record, arrivando ad accogliere ben 75000 spettatori. Altra tappa destinata a diventare una delle più amate in assoluto, prevista per fine agosto, a metà stagione, è l'italianissima Polignano a Mare, mecca del cliff diving, dove le scogliere fanno parte della quotidianità dei cittadini.

Dopo una pausa di tre anni, la World Series è pronta a tornare nel Regno Unito, più precisamente nel pittoresco Blue Lagoon nel Pembrokeshire, sud-ovest del Galles. Con le sue particolari scogliere, questa ex-cava d'ardesia, ora sito del National Trust, offre una scenografia che ricorda il Colosseo, ed è situata nel bel mezzo della campagna. Dalla calma di questo tranquillo angolo del paese si passerà a Mostar, in Bosnia ed Erzegovina, dove i tuffi dalle grandi altezze fanno parte della tradizione da secoli. Il vecchio ponte "Stari Most", piattaforma di lancio della gara, è un vero e proprio simbolo del paese.

Aria di novità la si respirerà ad ottobre, quando l'elite del cliff diving metterà piede nel sud est del Giappone. Sandanbeki è una scogliera che domina la costa di Shirahama Town, e offrirà una cornice naturale alla penultima tappa del 2016. Alla fine del mese verranno invece incoronati i campioni in un'altra location inedita, gli Emirati Arabi Uniti. Sarà lo splendido distretto di Dubai Marina, al debutto nella World Series, ad ospitare la finalissima.

Un numero di tappe elevatissimo come mai prima d'ora negli 8 anni di eventi ed emozioni, 9 maschili (7 delle quali anche femminili), oltre a due location nuove di zecca. È dal 2009 che la Red Bull Cliff Diving World Series regala azione adrenalinica e tuffi via via più complessi, coinvolgendo sia veterani del cliff diving che nuove leve, fino ad aprire la competizione, nel 2014, anche alle tuffatrici di sesso femminile. Il cliff diving è una caduta libera che sfida la gravità, resa ancor più pazzesca dalla tecnica, dal talento e dal coraggio dei diver, che si tuffano con eleganza da quasi tre volte l'altezza olimpica, senza alcuna protezione, armati di sola concentrazione, abilità e controllo del proprio corpo.

Nel 2015, il britannico Gary Hunt ha conquistato per la quinta volta il titolo di campione con un'impressionante serie di cinque vittorie consecutive, trionfando in ben 25 tappe sulle 50 totali disputate sin dal 2009. L'americana Rachelle Simpson, la prima donna a vincere il trofeo con tuffi eccezionali dai 20 metri di altezza, ha difeso il suo titolo vincendo nuovamente lo scorso anno.

Nel 2016 questa serie di competizioni, ormai universalmente riconosciuta in tutto il mondo, promette di restare fedele alla sua idea iniziale, ovvero di essere pura, dinamica e adrenalinica.

 

Calendario della Red Bull Cliff Diving World Series 2016

4 Giugno Texas, USA (femminile | maschile)

18 Giugno Copenaghen, DAN (maschile)

9 Luglio S. Miguel, Azzorre, POR (femminile | maschile)

23 Luglio La Rochelle, FRA (maschile)

28 Agosto Polignano a Mare, ITA (femminile | maschile)

11 Settembre Pembrokeshire, Galles, GBR (femminile | maschile)

24 Settembre Mostar, Bosnia Erzegovina (femminile | maschile)

16 Ottobre Shirahama, Giappone (femminile | maschile)

28 Ottobre Dubai, EAU (femminile | maschile)

www.redbullcliffdiving.com/stops