Stop imprevisto per la Iffland: brutto infortunio a Mostar

Rhiannan Iffland
Un errore in fase di entrata in acqua ha concluso prematuramente la gara dell'australiana

La campionessa in carica Rhiannan Iffland non parteciperà alla gara di Mostar, in Bosnia ed Erzegovina, a causa di un brutto infortunio rimediato durante uno dei tuffi di allenamento eseguiti dallo Stari Most. L'australiana, 26 anni, in lizza per conquistare con una gara di anticipo il titolo 2017 (il secondo consecutivo), dovrà fermarsi e lottare ancor più duramente per il primo posto nella finalissima di ottobre, che si terrà in Cile.

Dopo un inizio lento nel primo round della competizione femminile, è stata Adriana Jimenez a conquistare la vetta della classifica provvisoria grazie al suo secondo tuffo dai 21 metri: è a caccia della sua seconda vittoria stagionale, e nella giornata di sabato farà di tutto per salire sul gradino più alto del podio, ma anche per rosicchiare i 170 punti di scarto che la separano dall'attuale leader. Seguono l'americana Cesilie Carlton, secondo posto, e l'australiana Helena Merten.

I soccorritori aiutano la Iffland ad uscire dall'acqua. La speranza è che riesca a tornare al 100% per la finalissima di ottobre, che si terrà in Cile. Foto: Dean Treml/Red Bull Content Pool.

"Non sapevo di essere prima in classifica," ha affermato una Jimenez visibilmente emozionata, "ma farò il possibile per non pensare troppo alla posizione, voglio godermi la gara. Mi dispiace tantissimo per Rhiannan. So che è dura rinunciare alla gara, ma deve pensare al suo fisico, è quella la cosa più importante."

Il tuffo della Jimenez dallo Stari Most: un primo posto le permetterebbe di ridurre il divario tra lei e la Iffland in classifica generale. Foto: Dean Treml/Red Bull Content Pool.

Per gli uomini, è stato Kris Kolanus a strappare il primo posto provvisorio con due pazzesche performance dai 27 metri, premiate a suon di 9 dai giudici: posizione di vantaggio per lui nei round finali di sabato. Ma il 30enne non intende lasciarsi travolgere dalle emozioni:

"Ho realizzato due ottimi tuffi quest'oggi, è andata benissimo," ha affermato Kolanus, "ma non mi aspetto grandi cose per domani. Non mi sono potuto allenare a dovere, quindi ho preferito preparare tuffi molto semplici. Ma nella finale di ottobre potrei sfoderare qualche tuffo più complesso."

È primo in classifica, ma Kris Kolanus non si è lasciato travolgere dalle emozioni. Foto: Dean Treml/Red Bull Content Pool.

Nel mentre, Jonathan Paredes ha dimostrato di essere in forma smagliante: secondo posto per lui dopo due round. E chissà che non provi a fare il bis e ottenere un'altra vittoria qui a Mostar, dopo quella nel 2015, guadagnando così la vetta della classifica generale. Terzo Steven LoBue, mentre i due atleti inglesi Gary Hunt e Blake Aldridge, secondo e primo in classifica generale, partiranno rispettivamente dal sesto e dall'undicesimo posto. Secondo round da dimenticare anche per Andy Jones, che a causa di un errore non ha guadagnato alcun punto.

Con la Iffland momentaneamente fuori dai giochi, la lotta per il titolo di entrambe le categorie è più aperta che mai, e la gara di Mostar, che si terrà domani, sarà fondamentale per ognuno degli atleti.

Classifica provvisoria dopo il Round 2:

UOMINI

1- Kris Kolanus (POL) – 171.00 punti
2- Jonathan Paredes (MEX) – 166.80
3- Steven LoBue (USA) – 166.00
4- Alessandro De Rose (W) (ITA) – 161.80
5- Michal Navratil (CZE) – 160.80
6- Gary Hunt (GBR) – 158.80
7- Sergio Guzman (MEX) – 151.90
8- Miguel Garcia (W) (COL) – 149.20
9- Oleksiy Prygorov (W) (UKR) - 146.60
10- Nikita Fedotov (W) (RUS) - 142.80
11- Blake Aldridge (GBR) – 140.40
12- Orlando Duque (COL) – 136.40
13- David Colturi (USA) – 126.20
14- Andy Jones (USA) - 68.60

DONNE

1- Adriana Jimenez (MEX) – 155.90pts
2- Cesilie Carlton (USA) – 152.50
3- Helena Merten (AUS) – 143.00
4- Anna Bader (W) (GER) – 141.00
5- Ginger Huber (USA) – 136.70
6- Yana Nestsiarava (W) (BLR) – 124.40
7- Eleanor Townsend Smart (W) (USA) – 114.40

Segui la diretta

L'evento di Mostar verrà trasmesso in diretta il 16 settembre dalle ore 14:30 su www.redbullcliffdiving.com, Red Bull TV e su Facebook. Red Bull TV è disponibile su Smart TV, console da gioco, smartphone, tablet e altro ancora. Per saperne di più, visita about.redbull.tv

Non puoi seguire l'evento in diretta o vuoi vederlo nuovamente? Troverai un replay disponibile qualche minuto dopo la conclusione dell'evento.