Un 10 fa spiccare il volo alla Iffland in Portogallo

Rhiannan Iffland
La campionessa in carica e Kolanus sono in vetta alla classifica provvisoria

La prestazione da urlo di Rhiannan Iffland ha riacceso per un attimo le rocce vulcaniche delle azzorre questo venerdì, merito di un tuffo perfetto che le ha fatto guadagnare il secondo 10 in assoluto nella storia della competizione femminile. Si è così guadagnata il primo posto dopo due round, seguita dall'inglese Jessica Macaulay e dall'americana Ginger Huber, terza.

Il polacco Kris Kolanus è invece in vetta nella categoria maschile, nella tappa che più di tutte richiede agli atleti di adattarsi a condizioni proibitive per via di due tuffi su quattro da eseguire dalla nuda roccia. Al secondo posto provvisorio c'è l'americano Steven Lobue, seguito dal campione in carica Jonathan Paredes, in attesa di scoprire come andranno gli ultimi due round di sabato.

Dopo il podio mancato in Texas, la Iffland si è subito ripresa con lo stile che contraddistingue una due volte campionessa World Series. Il primo, splendido tuffo dalla scogliera le ha concesso la vetta della classifica, ma è stato il monumentale doppio salto mortale in avanti con un avvitamento e mezzo dalla "Snakehead", la testa di serpente, che le ha fatto penetrare l'acqua dell'Atlantico con la potenza e l'agilità di una freccia, portando un membro della giuria ad assegnarle un tanto agognato 10.

ra_180713_rbcdpor_iffl_2796.jpg
La perfezione in un'immagine: il maestoso tuffo della Iffland che le ha garantito un 10. Foto: Romina Amato/Red Bull Content Pool.

Finora era la Huber l'unica a potersi fregiare di un simile onore, almeno tra le donne, grazie al 10 ottenuto sempre qui alle Azzorre, due anni fa. Dal 2009 ad oggi, in World Series i 10 assegnati sono stati in tutto 99.

"Ho sentito meno pressione del solito," ha affermato la 26enne. "Arrivare a questa tappa al 4° posto ha rimosso il bersaglio dalla mia testa, e oggi ho cercato di affrontare la gara con un approccio diverso rispetto a quello avuto in Texas. Lì ero un po' stressata e non è andata benissimo, qui invece ho cercato di avere la mente sgombra e di godermi la gara e la location.

"Il take-off mi è parso ottimo, e quando sono riemersa sono stata felice di aver visto qualche 9. Quando poi ho visto il 10 non volevo crederci. Ieri un nuovo tuffo, oggi un 10. Non importa come andrà domani, per me è stata comunque una gara memorabile."

Lato uomini, Kolanus, che ha vinto in Texas, si è dovuto accontentare di un misero 11° posto a Bilbao, ma qui, tra le rocce portoghesi, il polacco sembra aver recuperato la forma smagliante. Un paio di tuffi immacolati gli hanno permesso di strappare alla giuria dei 9 e dei 9,5, oltre al primo posto provvisorio, ma sa benissimo che tutto verrà deciso nei due tuffi di sabato, dalla piattaforma.

"Se sono in testa significa che ho più punti, quindi è un bene," ha affermato Kolanus. "Ma domani ci aspettano i tuffi più difficili, vediamo come andrà a finire."

dt_180713_rbcdpor_kola_2501.jpg
Kolanus in caduta libera verso il primo posto dopo due round alle Azzorre. Foto: Dean Treml/Red Bull Content Pool.

La gara riprenderà sabato ma senza uno degli atleti che qui hanno vinto, Orlando Duque: un piccolo incidente gli ha impedito di tuffarsi. La messicana Adriana Jimenez, che qui vinse lo scorso anno, oltre che in Texas a giugno, è per ora al 4° posto.

Segui la diretta

Questo evento verrà trasmesso in diretta il 14 luglio alle 14:30 su www.redbullcliffdiving.com, Red Bull TV, Facebook, YoutubeTwitch. Red Bull TV è disponibile su Smart TV, console da gioco, smartphone, tablet e altro ancora. Per saperne di più, visita about.redbull.tv

Non puoi seguire l'evento in diretta o vuoi vederlo nuovamente? Troverai un replay disponibile qualche minuto dopo la conclusione dell'evento.