Vittoria coi fiocchi per l’italiano Alessandro De Rose

Alessandro De Rose
Trionfo per la Iffland e per la wildcard tricolore, che ha mandato in estasi i 50000 spettatori presenti a Polignano a Mare

Quella di domenica 23 luglio è stata una giornata memorabile per la wildcard italiana Alessandro De Rose, che ha ottenuto una splendida vittoria nel suo paese nel corso della terza tappa della Red Bull Cliff Diving World Series 2017. Il 25enne ha mostrato nervi d'acciaio al cospetto degli oltre 50000 presenti ed è entrato nella storia diventando la prima wildcard nella categoria maschile (la prima in assoluto fu la Iffland) a vincere in una tappa della World Series, ma al momento di scoprire il punteggio ottenuto nell'ultimo round, l'emozione e la tensione erano ben visibili sul suo volto.

Sul podio sono saliti anche gli americani David Colturi e Andy Jones, rispettivamente secondo e terzo, mentre il campione in carica Gary Hunt non solo non è riuscito a guadagnarsi un posto nel round finale, ma ha anche perso la vetta della classifica, con il primo posto soffiatogli dal colombiano Orlando Duque.

Alessandro De Rose ha mantenuto i nervi ben saldi e ha conquistato la vittoria davanti a 50000 spettatori. Foto: Romina Amato/Red Bull Content Pool.

Per quanto riguarda la gara femminile, Rhiannan Iffland ha recuperato la sua forma smagliante dopo aver mancato il podio nella scorsa tappa, seguita da due talentuose wildcard: la brasiliana Jacqueline Valente, che ha ottenuto il primo podio della sua carriera, mentre la Bader ha confermato la sua forma smagliante con un altro terzo posto, il secondo consecutivo dopo quello delle Azzorre.

La "Road to Polignano" di De Rose, partita a Trieste, la sua città adottiva, e conclusasi proprio nella Mecca europea del cliff diving, è andata alla grande, poco ma sicuro, giungendo al suo climax durante una giornata d'estate calda e ricca di emozioni, al cospetto di una folla faraonica e festante, estasiata dalle performance dei migliori diver del mondo. Ma gli occhi e i cuori di ognuno degli spettatori erano tutti per lui, l'unico atleta italiano a partecipare alla World Series, che si è contraddistinto in entrambe le giornate di gara con tuffi da manuale, ed entrando nella storia della competizione diventando la prima wildcard maschile a trionfare in una tappa.

"Non ho ancora assimilato la cosa," ha affermato un De Rose visibilmente meravigliato. "Un momento prima ero sulla piattaforma, poi l'impatto con l'acqua, e infine l'urlo del pubblico. La folla mi ha aiutato tantissimo. Ogni volta che ero lì sopra, ero nervosissimo. Ma il pubblico mi tranquillizzava, perché sapevo che ognuno di loro era con me. Dovevo solo fare ciò che so fare meglio: tuffarmi. È stato un sogno ad occhi aperti, perché Orlando è una leggenda, Gary è una leggenda, ma oggi sono stato più forte di loro."

L'abbraccio dei colleghi/avversari all'uscita dall'acqua per De Rose. Foto: Damiano Levati/Red Bull Content Pool.

Sul podio c'erano anche l'americano Colturi, il 9° su 40 gare della World Series, e il connazionale Jones, arrivato terzo per la seconda volta quest'anno.

Il 32enne è terzo anche in classifica generale, in questa intensa ed imprevedibile stagione giunta a metà del suo percorso. Davanti a lui c'è Gary Hunt, campione da record, che ha tentato il tutto per tutto con il suo tuffo impossibile, ma questa volta ha perso la scommessa, non riuscendo nemmeno a raggiungere il round finale (accadde la stessa cosa lo scorso anno proprio a Polignano). Uno scivolone che ha permesso alla leggenda del cliff diving Orlando Duque, oggi arrivato sesto, di strappargli il primo posto, forte della vittoria ottenuta nelle Azzorre.

Tornata in forma anche la campionessa in carica Rhiannan Iffland, vincitrice per la settima volta su dieci gare totali, seguita da una coppia di wildcard davvero sensazionali: la brasiliana Jaki Valente ha infatti conquistato il suo primo podio in carriera, mentre la tedesca Anna Bader, ripartita alla grande dopo la maternità, è salita sul terzo gradino per la seconda volta consecutiva.

"In un primo momento ho sentito un po' di pressione," ha affermato la Iffland, "perché il tuffo di Ginger al terzo round è stato sensazionale, mentre durante il mio secondo tuffo avevo Blake lì sopra che mi diceva cosa fare e come farlo. Alla fine però mi sono tranquillizzata, sono riuscita a tenere i nervi a bada. Il tuffo è andato bene, quindi posso ritenermi super-contenta. L'infortunio mi ha fatto preoccupare un po' nelle ultime settimane, volevo essere sicura di riprendermi prima delle prossime tappe. Anche quello mi ha messo non poco sotto pressione, e durante gli allenamenti temevo proprio di non farcela, ma ora sono davvero felice."

Rhiannan Iffland ha recuperato la sua forma vincente dopo aver mancato il podio nelle Azzorre. Foto: Romina Amato/Red Bull Content Pool.

Nella classifica generale femminile, l'australiana è ancora in vetta, seguita dalla messicana Adriana Jimenez (vincitrice nella scorsa tappa) e l'americana Ginger Huber, che detiene il record di singolo tuffo con il punteggio più alto (ben quattro 9 dai giudici).

Dopo tre tappe disputate in cinque settimane, la World Series si prende una pausa estiva, pronta a tornare in azione il 3 settembre in Texas, Stati Uniti, al di là dell'Atlantico.

Risultati della terza tappa

UOMINI

1- Alessandro De Rose (W) (ITA) – 397.00 punti
2- David Colturi (USA) – 389.20
3- Andy Jones (USA) - 378.55
4- Jonathan Paredes (MEX) – 377.75
5- Michal Navratil (CZE) – 370.85
6- Orlando Duque (COL) – 357.30
7- Blake Aldridge (GBR) – 326.70
8- Artem Silchenko (W) (RUS) - 320.40
9- Gary Hunt (GBR) – 248.20
10- Sergio Guzman (MEX) – 236.30
11- Viktar Maslouski (W) (BLR) - 232.40
12- Steven LoBue (USA) – 223.35
13- Kris Kolanus (POL) – 216.10
14- Owen Weymouth (W) (GBR) – 205.95

DONNE

1- Rhiannan Iffland (AUS) – 305.80 punti
2- Jacqueline Valente (W) (BRA) – 280.15
3- Anna Bader (W) (GER) – 279.05
4- Adriana Jimenez (MEX) – 269.55
5- Helena Merten (AUS) – 263.80
6- Ginger Huber (USA) – 263.60
7- Eleanor Townsend Smart (W) (USA) – 232.70
8- Cesilie Carlton (USA) – 219.80

Guarda il replay

Rivivi tutta l'azione su www.redbullcliffdiving.com e su Red Bull TV.  Red Bull TV è disponibile su Smart TV, console da gioco, smartphone, tablet e altro ancora. Per saperne di più, visita about.redbull.tv.