X

Dublino

12 Maggio

Beirut

14 Lug

Mostar

24 Ago
Precedenti

Bilbao

14 Set
Lysanne Richard
Data: 08/06/2018

"Che bello!", parola di un'emozionata Lysanne Richard, tornata a tuffarsi da due volte l'altezza olimpica dopo un anno esatto di stop. Un incidente al collo rimediato poco prima dell'inizio della World Series 2017 le ha impedito di partecipare, senza sapere quando sarebbe guarita.

Seconda classificata nella World Series 2016, la 36enne, tre volte madre e artista circense, non ha potuto prendere parte al campionato dell'anno scorso, e per i medici, difficilmente sarebbe potuta tornare in azione.

"Ci è voluto un bel po' prima di poter tornare a tuffarmi, e devo ancora fare tanta riabilitazione," ha affermato la Richard. "Ora posso almeno dedicarmi al cliff diving, ma non sono forte come prima. Devo continuare a lavorare, e tornare alla forma un passo alla volta."

I primi passi li ha fatti al Possum Kingdom Lake, in Texas, durante la tappa inaugurale della Red Bull Cliff Diving World Series 2018, ed era emozionata.

"È davvero alto!" ha affermato, per poi lanciarsi nel suo primo salto della fede. "Non vedo l'ora di allenarmi e capire come avrebbe reagito il mio corpo. La prima sessione è andata, e mi sento bene, sicura. Sì, sento di potermi tuffare come prima."

Lysanne Richard è apparsa in ottima forma durante il suo ritorno in azione dopo 12 mesi di stop. Foto: Dean Treml/Red Bull Content Pool.

Con 6 podi in 12 eventi, incluse due vittorie, era tra le favorite della scorsa edizione, motivo per cui la sua delusione per quell'infortunio era immensa:

"In realtà all'inizio non volevo accettare ciò che mi era successo, e mi dicevo 'Salterò solo l'allenamento della prima gara, non c'è problema; ok, salterò anche quello della seconda' e così via, per tutta l'estate non ho accettato la mia condizione."

Solo alla fine dell'estate si è accorta di aver saltato l'intero campionato.

"Ho fatto tutto passo passo: fisioterapia, preparazione fisica, e gradualmente fino ai tuffi e ora a quelli dalle grandi altezze. Mi sento davvero positiva adesso."

La tre volte mamma, sempre sorridente, non ha mai perso la sua positività.

"Credo sia parte della mia persona. Mi era difficile sorridere solo quando sentivo troppo dolore," ha ammesso. E per un po', era davvero l'unica a credere nella sua ripresa. "La scorsa settimana i dottori che mi hanno seguita mi hanno confessato che non pensavano sarei tornata a gareggiare. Essere positiva mi ha aiutato un sacco a riprendermi."

Durante il processo di riabilitazione, l'ha aiutata un sacco la meditazione, introdotta nella sua routine quotidiana.

"Usavo quel tempo per connettermi con me stessa: provavo a meditare ogni giorno per un breve periodo di tempo. Questa completa presenza, questa presa di coscienza, mi ha aiutato a guarire," ha spiegato. "Ho esercitato la visualizzazione, tuffandomi nella mia mente, pensando continuamente a quello e a guarire. Sono molto più calma, vivo molto meglio adesso."

Il luogo del suo ritorno porta con sé bei ricordi: grande atmosfera, acqua calda e il suo primo podio in assoluto.

La canadese è stata accolta calorosamente dalle sue avversarie/colleghe. Foto: Dean Treml/Red Bull Content Pool.

"Il mio obiettivo attuale è godermela. Mi mancavano i tuffi e le persone, quindi voglio godermi l'esperienza, apprezzarla in ogni suo momento, e continuare ad imparare," ha affermato. "È stata una bella lotta per me, un anno lungo e duro. Sono orgogliosa di quello che ho fatto. Mi piacerebbe competere ad un buon livello e portare a casa una buona stagione, ma per me è già tanto essere qui, mi basta divertirmi."

Nonostante una lista tuffi semplice, la canadese è già dove merita di stare dopo una sola tappa, a metà classifica, al 5° posto su 10 dopo 12 mesi di riabilitazione, con un bel sorriso stampato sul volto.

E per tutti quelli coinvolti in questo sport è davvero bello rivederla.

Guarda il replay dal Texas

Rivivi tutta l'azione on demand su www.redbullcliffidiving.com e su Red Bull TV. Red Bull TV è disponibile su Smart TV, console da gioco, smartphone, tablet e altro ancora. Per saperne di più, visita about.redbull.tv

Per saperne di più sul Red Bull Cliff Diving clicca qui

Who's in this